Le piroette di Marcella

Nizza 2012: un Mondiale indimenticabile per Carolina e per tutta la squadra italiana

Nizza 2012: un Mondiale indimenticabile per Carolina e per tutta la squadra italiana


 

kostnerCiao a tutti i lettori!

 

Comincio a riprendermi dall’influenza, e quindi a recuperare anche l’energia per scrivere, seppur con un po’ di ritardo, un piccolo commento sui Campionati del mondo di Nizza, che si sono svolti la scorsa settimana.

 

 

 

Ebbene sì, un Mondiale da sogno per tutta la squadra Italiana, che ha conseguito ottimi risultati in ogni specialità: dalle coppie di artistico, con l’undicesimo posto per Berton-Hotarek ed un buon esordio per la neo coppia Dellamonica-Guarise, alle coppie di danza con l’incredibile sesto posto dell’ormai collaudatissimo binomio Cappellini-Lanotte; dal singolo uomini in cui Samuel Contesti ha ottenuto un ottimo decimo posto, alla tenace Valentina Marchei che ha concluso la gara con un’ammirevole ottava posizione.

 

 

 

Ma… il merito più grande va a lei, la pattinatrice Italiana più conosciuta ed amata dal pubblico, Carolina Kostner, che dopo un terzo posto ottenuto nello short program ha convinto tutti con un Free Program perfetto, che l’ha fatta salire sul gradino più alto del podio, incoronandola Campionessa Del Mondo.

 

Il risultato è eccezionale, nessuno nella sua specialità aveva mai fatto risuonare l’inno nazionale italiano nel palazzetto del ghiaccio ospitante i Mondiali, una prova da record se così si può dire.

 

 

 

Questa volta Carolina ha convinto tutti: i giudici, gli amici e la famiglia, chi ha sempre creduto in lei, chi la segue e l’ammira da molto tempo, ma anche chi l’ha molto criticata, chi le ha voltato le spalle nel suo periodo buio, chi dava la sua carriera per conclusa… Invece no, secondo me la vittoria di Carolina ha avuto un valore ancora più speciale proprio perché dietro a questa vittoria c’è stata la grinta di rialzarsi con le proprie forze anche se molti non credevano più in lei, lo spirito di non curarsi delle critiche, né delle sue emozioni che l’hanno tradita tante volte, il coraggio di ritornare sui suoi passi e lasciare l’America per tornare ad Oberstdorf dal suo vecchio allenatore, e ritrovare il piacere di pattinare e gareggiare prima di tutto per sé stessa.

 


Io non so quanti sarebbero riusciti a rialzarsi come ha fatto lei, e credo che questa volta sia per chi la ama, sia per chi la apprezza di meno, sia d’obbligo inchinarsi davanti alla forza di questa ragazza, a lei e solo a lei che finalmente è riuscita a dimostrare quanto vale, e ad affermarsi come La Migliore Al Mondo!

 

 

 

Quindi complimenti a Carolina, e in bocca al lupo per tutto e per le scelte che farà in futuro…

 

 

 

…Ma adesso, che si goda questo splendido risultato, frutto di tanta fatica, ma per il quale deve ringraziare solo sé stessa!

 

 

 

Marcella