Famiglie: costo dei corsi detraibile ai fini Irpef

Dall’anno 2007 il genitore che sostiene il costo del corso di pattinaggio artistico su ghiaccio (a qualsiasi livello) della figlia e/o del figlio, di età compresa fra 5 e 18 anni, può usufruire della detrazione Irpef (attualmente nella misura del 19%) della suddetta spesa in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi (modello 730, modello Unico ex 740).


L’importo massimo annuo di spesa agevolata è pari a 210 euro; pertanto la detrazione che potrà essere portata in detrazione dell’Irpef lorda ammonta a 39,90 euro, arrotondato per eccesso a 40 euro.


Lo prevede il cosiddetto “Decreto Melandri”, il Decreto del 28-3-2007 del Ministero per le politiche giovanili e le attività sportive, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze.


Qui di seguito Piroette, a favore delle famiglie di giovani pattinatrici e pattinatori artistici, elenca i punti qualificanti della pratica sportiva (organizzatore, luogo e certificazione della spesa) per poter usufruire della detrazione Irpef in parola.



 

Punti Note
Organizzatore attività di pattinaggio su ghiaccio - Associazioni sportive dilettantistiche senza personalità giuridica (più diffuse)
- Associazioni sportive dilettantistiche con personalità giuridica
- Società sportive dilettantistiche di capitali (srl- spa)/cooperative senza fini di lucro
affiliate alla F.I.S.G. e/o ad Ente di Promozione Sportiva (es. Uisp, Csen…) e quindi iscritte al Registro C.O.N.I. delle Associazioni e Società sportive dilettantistiche.

Luogo della attività

Il Decreto 28-3-2007 non pone come requisito del luogo in cui si pratica l’attività sportiva la sussistenza della omologazione dell’impianto da parte della federazione sportiva di competenza, per cui siamo dell’avviso che la detrazione Irpef possa essere usufruita anche dalla famiglia la cui prole pattina presso piste ghiaccio non censite dalla Federazione Italiana Sport del Ghiaccio (FISG), in quanto non regolamentari  (m. 26 x 56 – m. 30 x 60)
Certificazione in mano ai genitori valida ai fini del godimento della detrazione Irpef in parola - bollettino postale o contabile bancaria di addebito; oppure
- fattura, ricevuta o quietanza recante:
* i dati identificativi  della associazione o società sportiva dilettantistica di capitali senza fine di lucro che organizza l’attività;
* la causale del pagamento (quota corso/abbonamento);
* l’attività sportiva esercitata (es.:  avviamento al pattinaggio su ghiaccio, corso di pattinaggio su ghiaccio …);
* l’importo corrisposto;
* la marca da bollo quietanza di € 1,81 se l’importo pagato è superiore ad € 77,47;
* i dati anagrafici del praticante l’attività sportiva: cognome e nome, data e luogo di nascita, residenza (non è obbligatorio il codice fiscale):
* il codice fiscale del soggetto che effettua il pagamento